Il mio gatto

IL VACCINO: COSA È MEGLIO SAPERE

Ecco, è arrivato a casa il vostro nuovo gattino, è un cucciolo dolcissimo ma e molto delicato. Un gattino di otto o nove settimane d’età non è ancora completamente protetto da molte malattie infettive: è per questo che bisogna vaccinarlo e, finché non avrà terminato il suo programma vaccinale, è importante che non gironzoli dove ci sono altri gatti che non conosciamo.

PER PROTEGGERE IL TUO GATTO È IMPORTANTE CONTINUARE A VACCINARLO PER TUTTA LA VITA
I gattini sono protetti contro molte malattie infettive grazie agli anticorpi contenuti in quella parte di latte materno che ricevono nelle prime ore di vita, il colostro. La protezione di origine materna inizia a venir meno verso l’ ottava settimana d’età. Per questo, si consiglia di iniziare il programma vaccinale attorno alle otto-nove settimane, con una seconda vaccinazione intorno alla 12° settimana d’età.

Molte persone credono che basti vaccinare il gatto da cucciolo per proteggerlo tutta la vita. Purtroppo non è così. Per mantenere la protezione sono necessari regolari richiami vaccinali. Il richiamo stimola le difese immunitarie così l’animale è protetto più a lungo. In assenza di questi richiami regolari, il sistema immunitario del gatto può non essere in grado di proteggerlo da malattie gravi, spesso fatali.

Sceglieremo il programma vaccinale più adatto in base allo stile di vita e all’ambiente in cui si muove il vostro micio.

LE VACCINAZIONI INDISPENSABILI
Le vaccinazioni di base per ogni gatto sono quelle che li proteggono dalle malattie respiratorie e dalla gastroenterite virale. Per la Leucemia felina e la Clamidiosi si fa una valutazione in base allo stile di vita del gatto, all’ambiente di residenza ed alle esigenze del proprietario ma sono certamente consigliabili per i gatti che vivono all’aperto o in collettività.

La vaccinazione contro la Rabbia è obbligatoria se si vuole portare l’animale all’estero ma può comunque essere consigliata dal Veterinario.

IL LIBRETTO DELLE VACCINAZIONI
Le vaccinazioni del gatto sono registrate su un libretto che contiene i dettagli di ciascun vaccino e la data di somministrazione. È firmato dal Veterinario ed è un registro ufficiale da presentare se si porta il gatto in pensione o in viaggio.