Il mio cane

Il vaccino: cosa dovete sapere.

I cuccioli appena nati sono protetti contro molte malattie infettive grazie agli anticorpi contenuti nel latte materno. La protezione di origine materna dura meno di tre mesi. Per questo, i programmi vaccinali iniziano attorno ai due mesi d’età con la prima accinazione per essere completati a circa 12-13 settimane d’età, quando gli anticorpi materni diminuiscono.

PER PROTEGGERE IL TUO CANE È IMPORTANTE CONTINUARE A VACCINARLO PER TUTTA LA VITA.
Il vostro cucciolo, quando arriva a casa, potrebbe avere già ricevuto la prima vaccinazione. Se ha tra le sette e le otto settimane di età non è ancora completamente protetto ed è necessario terminare il protocollo vaccinale. Il cane deve essere vaccinato con regolarità se volete che la protezione duri nel tempo.

Parlatene con noi.
Adotteremo il programma vaccinale più adatto allo stile di vita e all’ambiente in cui si muove il vostro amico. Il protocollo vaccinale varia in base al territorio in cui vive il cane.
Alcuni vaccini possono essere somministrati contemporaneamente nella stessa siringa, altri devono essere iniettati in sedi diverse, sempre nell’ambito della stessa seduta vaccinale. Come per i bambini, molte vaccinazioni primarie vengono effettuate attraverso una serie di iniezioni successive.

La vaccinazione e la vita sociale del cane.
Le esperienze che il cucciolo fa nei primi tre mesi di vita sono fondamentali perché influenzeranno il suo comportamento da adulto sia con il proprietario che con altri animali. In questo periodo è importante che il cucciolo sperimenti il contatto con altri animali, con persone di età diversa, con il traffico della città, con l’uso dell’ascensore, dell’automobile, dei trasporti pubblici, etc. Insomma con tutte le situazioni che dovrà affrontare da grande. Per questo è indispensabile non isolare il cucciolo: con un po’ di attenzione, il vostro amico può condurre una normale vita sociale anche se non ha ancora completato il programma vaccinale.

IL LIBRETTO DELLE VACCINAZIONI.
Tutte le vaccinazioni vengono registrate su un apposito libretto che contiene i dettagli di ciascun vaccino e la data di somministrazione. È firmato dal Veterinario ed è necessario per dimostrare la storia vaccinale del cane quando dovete viaggiare o portarlo in una pensione.

LE VACCINAZIONI INDISPENSABILI.
Le vaccinazioni di base sono quelle che proteggono il cane dalle principali malattie infettive: Parvovirosi, Cimurro, Epatite, Leptospirosi e Laringotracheite infettiva (tosse dei canili). Sono tutte malattie molto contagiose, a volte fatali. La vaccinazione antirabbica è obbligatoria solo in alcune condizioni particolari e se si vuole portare l’animale all’estero ma è spesso ugualmente consigliata.

Le malattie più frequenti.

  • OCCHI
    I cani soffrono spesso di affezioni oculari come Congiuntivite, un’infiammazione della congiuntiva di tipo allergico o generale.
    Cheratite, un’infiammazione della cornea. Entropion e Ectropion, il ripiegamento di una palpebra verso l’occhio o verso l’esterno dell’occhio.
    Vi consigliamo di fare una regolare pulizia con soluzione fisiologica e cotone idrofilo o garze sterili, e di non usare i colliri senza prima averci consultato. Chiamate il veterinario se l’occhio del cane è molto arrossato.
  • ORECCHIE
    I nostri amici sono anche soggetti ad infezioni delle orecchie come l’otite e la rogna auricolare.
    Vi consigliamo di curare la pulizia con soluzioni specifiche. E di controllare più attentamente le orecchie cadenti e i cani a pelo ruvido cercando di evitare che i peli ostruiscano il canale uditivo.
    Se il cane dimostra di provare dolore è bene consultarci.
  • DENTI
    I problemi a denti e gengive sono frequenti: carie, ascesso e piorrea un’infezione generalizzata della bocca, sono le malattie più comuni.
    Vi consigliamo di osservare regolarmente le gengive del vostro cane e, se sono arrossate, di usare un po’ di ghiaccio, o una palla morbida da mordicchiare. Fino a quando l’arrossamento non è passato evitate i cibi caldi e preferite alimenti dalla consistenza morbida.
    E ancora: non usate colluttori generici senza prima averci consultato.
    Controllate se il cane ha dolore durante la masticazione o se presenta un ricorrente alito cattivo, potrebbe esserci un’ infezione.
  • PELLE
    Tra le affezioni della pelle ricorrono la seborrea (eccesso di sebo sulla pelle con conseguente desquamazione della pelle), la dermatite seborroica (macchie nerastre e senza pelo sulla pelle), le allergie sia respiratorie, sia alimentari, la piodermite delle pieghe, soprattutto nei cani con muso schiacciato e con pieghe poco aerate.
    Vi consigliamo di mantenere il mantello pulito con frequenti spazzolature e un’adeguata asciugatura del pelo; di non lavare troppo spesso il cane e di limitare la quantità di shampoo, di fare attenzione che l’acqua non entri nelle orecchie.
    Controllate se ci sono pulci o altri parassiti e usate gli antiparassitari adeguati.
    Tagliate il pelo davanti agli occhi ma senza tagliare i nodi del pelo che andranno invece rasati.
    Prima di ricorrere ad antisettici, antistaminici, vitamine, lieviti, consultateci!

È il momento del veterinario!

Il nostro amico è come noi… quando sta male, si vede. E’ svogliato e rifiuta il gioco. Manca di appetito. Ha diarrea o vomito. Ha sete o fame ingiustificata. Ha la febbre (la temperatura rettale è molto elevata). Ha gli occhi rossi (congiuntivite) e il naso che cola (scolo nasale)…
Quando vedete questi sintomi, è il momento di chiamare il veterinario.